Una possibilità per Bioggio

Schermata-2015-08-06-alle-15.14.07Non voglio dilungarmi nemmeno io in cifre o in previsioni sul traffico, in quanto spesso sono sbagliate oppure si basano su modelli che con il tempo possono cambiare velocemente. Vorrei piuttosto esprimere la mia opinione come cittadino di Bioggio, in quanto da almeno 40 anni aspettiamo una soluzione per eliminare il traffico privato e pesante attraverso il paese e garantire ai veicoli un accesso ottimale alla futura circonvallazione e quindi anche all’autostrada. Inoltre, l’estensione del tram verso Manno e poi direttamente verso il centro di Lugano, permetterebbe a molti cittadini di usufruire del P&R a Molinazzo per recarsi nel centro città. Sulla base di questi due elementi il consiglio comunale di Bioggio ha accettato a maggioranza il credito quadro per il PAL2. Sono amareggiato dal fatto che di nuovo si cerchi di silurare un progetto che finalmente ha trovato un ampio consenso nella regione, senza proporre delle soluzioni valide e fattibili.

Continua a leggere…

Bioggio si attiva contro littering e vandalismi

Cimo-VandalismiAnche Bioggio vuole lottare contro chi non rispetta luoghi pubblici e proprietà amministrative. Il Municipio ha infatti deciso di adottare, come già fatto in altri Comuni tra cui Lugano, un’ordinanza sulla salvaguardia dell’area pubblica contro littering (cioè l’abbandono dei rifiuti e vandalismi. Questi ultimi sono aumentati negli ultimi anni, in particolare nella zona del parco comunale, delle scuole e in altre infrastrutture. Alcuni responsabili sono già stati identificati grazie al sistema di videosorveglianza installato qualche tempo fa. Per quanto riguarda il problema dei rifiuti, oltre alla promozione di campagne di promozione nelle scuole, il Muncipio ha introdotto la possibilità di aprire delle procedure di contravvenzione nei confronti di chi non rispetta il suolo pubblico. Le infrazioni saranno punibili con una multa fino a 10.000 franchi (per i beni culturali si parte da un minimo di 500 franchi). I responsabili dovranno inoltre accollarsi le spese per il ripristino della situazione originaria. In assenza di recidiva e per casi di lieve entità il provvedimento può essere limitato all’ammonimento. Salvo ricorsi, l’Ordinanza entrerà in vigore in novembre.

È indispensabile parlare di scuola

Lo scorso 15.2.2014 si è svolta a Rivera una mattinata che ha coinvolto un centinaio di delegati e simpatizzanti. Un’occasione di incontro di dibattito e confronto sul tema scuola., con uno sguardo rivolto in particolare alla scuola media. L’evento organizzato dal gruppo di lavoro attivo da un anno, coordinato da Omar Gianora e Marco Martucci si è focalizzato in particolare su quattro temi principali: “Scuole comunali e rapporti con il cantone”, “Scuola media: come valorizzare le specificità di ogni allievo”, “Dopo la scuola media: quali alternative oltre al liceo” e “Formazione e valorizzazione di docenti e dirigenti scolastici”. Per il PLR la licenza di scuola media deve essere rivalorizzata ed è necessario garantire una maggiore collaborazione tra il mondo della scuola e quello delle imprese. Inoltre dal workshop è emersa la necessità di migliorare l’immagine del docente e il rispetto di questa figura nella società.

Non solo oneri per Lugano

Ho letto con interesse l’articolo di Giancarlo Ré pubblicato sul CdT di martedì 12 novembre e in parte posso condividere le opinioni espresse dall’articolista. Dopo una più profonda analisi della situazione di Bioggio, comune dove abito, mi rendo conto che anche le periferie sono molto generose con i centri urbani, in quanto ci sono parecchie infrastrutture collocate sul territorio di Bioggio che vanno a beneficio del centro urbano di Lugano. 
Non metto in dubbio che anche Bioggio tragga dei vantaggi dalla vicinanza del polo urbano di Lugano, ma d’altro canto anche Lugano ha spostato in periferia tante infrastrutture e attività non gradite. Qui di seguito vorrei elencare alcuni esempi.

Continua a leggere…