Non solo oneri per Lugano

Ho letto con interesse l’articolo di Giancarlo Ré pubblicato sul CdT di martedì 12 novembre e in parte posso condividere le opinioni espresse dall’articolista. Dopo una più profonda analisi della situazione di Bioggio, comune dove abito, mi rendo conto che anche le periferie sono molto generose con i centri urbani, in quanto ci sono parecchie infrastrutture collocate sul territorio di Bioggio che vanno a beneficio del centro urbano di Lugano. 
Non metto in dubbio che anche Bioggio tragga dei vantaggi dalla vicinanza del polo urbano di Lugano, ma d’altro canto anche Lugano ha spostato in periferia tante infrastrutture e attività non gradite. Qui di seguito vorrei elencare alcuni esempi.

Continua a leggere…

In politica i fatti contano

Chiediamo a chi ci rappresenta in Municipio capacità di ascolto, volontà di aprire un dialogo critico e costruttivo che vada al di là degli slogan e delle difese di campanile; che rispetti e valorizzi le idee e le sensibilità di ognuno; che tenga conto dei bisogni e delle preoccupazioni della cittadina e del cittadino, delle aziende, dell’ambiente.

Chiediamo ai nostri rappresentanti di essere propositivi; che sviluppino idee e progetti che si traducano poi in servizi efficienti e in opere concrete, in opportunità di cui approfitta l’intera comunità.

Continua a leggere…

Insieme a voi per il benessere di Bioggio!

Il prossimo 29 aprile, cari concittadini, sarete nuovamente chiamati alle urne per eleggere il vostro sindaco. Una carica molto importante perché il sindaco oltre ad essere a capo dell’Esecutivo e a rappresentare il nostro comune verso l’esterno, è la persona di riferimento di tutta la popolazione per la quale unitamente ai colleghi di Municipio e al Legislativo è chiamato a garantire un’ottima qualità di vita ai cittadini di Bioggio.

Continua a leggere…

Grazie di cuore!

Dopo qualche giorno dalle elezioni comunali è il momento di tracciare un bilancio complessivo di quanto è successo il 1° aprile con qualche breve considerazione. Ogni situazione ovviamente è diversa, in alcuni comuni siamo andati bene consolidando le nostre posizioni, in altri siamo rimasti stabili e in altri ancora, in particolare a causa del frazionamento dovuto alla presenza di più liste, siamo arretrati.Non voglio quindi snocciolare montagne di cifre sappiate solo che circa il 36 % dei municipali e dei consiglieri comunali sono eletti su liste PLR (quasi come PPD e PS sommati). A livello di municipi, nei 94 comuni in cui si è votato, le maggioranze assolute sono 28 (-1), quelle relative 22 (+10) e i sindaci sono 45 (+2), questo ovviamente senza tenere in considerazione i comuni in cui potrebbe esserci un ballottaggio.

Continua a leggere…