Non solo oneri per Lugano

Ho letto con interesse l’articolo di Giancarlo Ré pubblicato sul CdT di martedì 12 novembre e in parte posso condividere le opinioni espresse dall’articolista. Dopo una più profonda analisi della situazione di Bioggio, comune dove abito, mi rendo conto che anche le periferie sono molto generose con i centri urbani, in quanto ci sono parecchie infrastrutture collocate sul territorio di Bioggio che vanno a beneficio del centro urbano di Lugano. 
Non metto in dubbio che anche Bioggio tragga dei vantaggi dalla vicinanza del polo urbano di Lugano, ma d’altro canto anche Lugano ha spostato in periferia tante infrastrutture e attività non gradite. Qui di seguito vorrei elencare alcuni esempi.

L’impianto di smaltimento delle acque luride (IDA) si trova interamente sul territorio di Bioggio e qui vengono convogliate tutte le acque luride della grande Lugano e dintorni (inclusa la Valle del Vedeggio e quella del Cassarate). Malgrado le tecniche moderne di trattamento delle acque, si può sicuramente immaginare che per gli abitanti che si trovano nelle immediate vicinanze, l’aria che respirano non sia delle migliori.

La circonvallazione dell’autostrada non passa sul territorio di Lugano, ma in parte su quello di Bioggio. Anche in questo caso il continuo rumore che viene generato diminuisce notevolmente la qualità di vita, in particolare in collina.

L’aeroporto si trova in gran parte su terreni di Bioggio. Magari qualche cittadino del comune usufruisce di questa infrastruttura, ma la maggior parte, anche per ragione di costi, si indirizza verso gli aeroporti di Milano o Zurigo senza fare capo a quello di Agno. Inoltre le attività pianificatorie dell’aeroporto ritardano la realizzazione di altre infrastrutture care al Comune di Bioggio, come la strada industriale tra il Centro Nord Sud e la futura circonvallazione.

La nuova galleria Vedeggio-Cassarate ha solo peggiorato la viabilità tra i Comuni di Agno, Bioggio e Manno e deviato il traffico in periferia. Il continuo intasamento durante tutto il giorno su tale tratta ha allungato i tempi di percorrenza a scapito, ancora una volta, della qualità di vita dei comuni interessati.

La compattazione dei rifiuti, che vengono poi trasportati all’inceneritore di Giubiasco, avviene interamente su territorio di Bioggio. Gli automezzi pesanti usati per il trasporto intasano notevolmente le strade della zona industriale e sollecitano parecchio il manto stradale.

Per Bioggio, l’incidenza sulla qualità di vita dei punti elencati sopra è di difficile quantificazione (costi), ma mi auguro che nel caso si voglia approfondire la tematica in futuro vengano veramente coinvolti i Comuni di periferia, che di solito per le loro dimensioni e per il loro potere politico vengono troppo spesso ignorati o non sufficientemente considerati.

Beat Kilcher, Consigliere comunale PLR Bioggio
Articolo apparso sul Corriere del Ticino del 25.11.2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.