Quale connubio tra comune e industria?

L’industria va bene in quanto fonte di imposte da incassare, ma bisognerebbe cercare dei punti in comune o opportunità da cogliere. Sebbene le infrastrutture di base siano funzionanti, manca però un’integrazione armonica dell’industria nel tessuto comunale, come per esempio: spazi aperti al pubblico, viali di accesso e percorsi per la mobilità lenta, facilitazione di trasporti pubblici, condivisione di mense e asili nido per famiglie lavoratrici che vorrebbero affidare i figli vicino al posto di lavoro, sale per congressi o convegni, aiuti concreti nella ricerca di alloggi nel comune, sia per personale stabile che temporaneo, ecc. Penso che se si cercasse attivamente una collaborazione con le industrie, con intenti propositivi, si potrebbero realizzare parecchi progetti in comune a favore di tutti.

Beat Kilcher

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.