C’è una ritrovata voglia di vincere

n_d6347ab1fea85ccec6bc7475055c7b09Comitato cantonale per festeggiare i candidati e analizzare il risultato delle elezioni
Doveva essere un Comitato cantonale per festeggiare gli eletti e i candidati quello andato in scena a Sant’Antonino, e così è stato. Ma ha rappresentato anche l’occasione per analizzare il risultato delle elezioni del 19 aprile: per i vertici del partito si è trattato sicuramente di un successo, «di una ritrovata voglia di vincere» come ha detto Rocco Cattaneo. Christian Vitta è infatti stato eletto in Governo ma «il risultato positivo è stato il frutto di un lavoro di squadra, con tutti i candidati che hanno fatto gruppo, hanno fatto un grosso lavoro e hanno speso energie in una campagna forse lunga ma che ha permesso di mobilitare la base del partito» ha aggiunto Morisoli. È poi toccato a Cattaneo gettare uno sguardo al futuro: «Dalla squadra in Gran Consiglio mi aspetto che sia una forza trainante, con un continuo fuoco d’artificio in Parlamento. Casa, formazione, lavoro, sicurezza, qualità di vita e benessere di valli e centri urbani saranno al centro del nostro interesse». E già si affacciano le Federali di ottobre e le Comunali 2016: «Il lavoro è già cominciato» ha concluso Cattaneo.

Comizio-Brunch con i candidati al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio

l_plr-gruppo-clean-cmykLe sezioni del Circolo di Agno vi invitano al:

Comizio-Brunch Elezioni 2015 con i candidati al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio

Domenica 15 marzo 2015 dalle ore 11.00 alle 14.30 presso il Ristorante Piazzetta, Manno

Menù:

Insalatina delicata / Roastbeef con salsa tartare / Polpettine della casa / Mozzarelline con pomodorini / Salmone affumicato / Gamberi al vapore su crema di ceci / Pizze varie

Prezzo CHF 15.– / Fino a 10 anni gratis / Bibite escluse

Prenotazioni entro il 10 marzo a:

Francesco Gandolla 076 322 67 08, francesco.gandolla@ticino.com

Lorenzo Perucconi 079 380 56 60, perucconi@ticino.com

Mettiamo il lavoro al centro!

BertiniÈ una sala gremita ben oltre le aspettative quella che ha accolto il Comitato cantonale straordinario di ieri sera svoltosi nella sala Aragonite a Manno.

Tutto merito di Michele Bertini, la cui candidatura sembra mettere davvero tutti d’accordo. Oltre a lanciare la propria campagna promettendo il massimo impegno per contribuire al successo del partito. “Sono pronto a fare squadra con Christian, Alex, Natalia e Nicola per convincere i Ticinesi a riportare in Governo due liberali radicali, per avere quella forza politica e progettuale che ha contraddistinto la storia del Cantone, una storia di progresso civile, voglio contribuire a rendere possibile la visione liberale radicale per il Ticino del futuro” ha aggiunto Bertini. “Un altro elemento forte che mi ha convinto a dare la mia disponibilità è il programma di legislatura: una visione aperta suscettibile di raccogliere consensi anche fuori dal partito, delle misure concrete!” ha esclamato Bertini. Abbiamo un solido progetto politico e siamo capaci di esprimerlo in modo comprensibile.”

Ora la corsa del PLR è definitivamente lanciata, dritta verso l’obiettivo.

Bioggio si attiva contro littering e vandalismi

Cimo-VandalismiAnche Bioggio vuole lottare contro chi non rispetta luoghi pubblici e proprietà amministrative. Il Municipio ha infatti deciso di adottare, come già fatto in altri Comuni tra cui Lugano, un’ordinanza sulla salvaguardia dell’area pubblica contro littering (cioè l’abbandono dei rifiuti e vandalismi. Questi ultimi sono aumentati negli ultimi anni, in particolare nella zona del parco comunale, delle scuole e in altre infrastrutture. Alcuni responsabili sono già stati identificati grazie al sistema di videosorveglianza installato qualche tempo fa. Per quanto riguarda il problema dei rifiuti, oltre alla promozione di campagne di promozione nelle scuole, il Muncipio ha introdotto la possibilità di aprire delle procedure di contravvenzione nei confronti di chi non rispetta il suolo pubblico. Le infrazioni saranno punibili con una multa fino a 10.000 franchi (per i beni culturali si parte da un minimo di 500 franchi). I responsabili dovranno inoltre accollarsi le spese per il ripristino della situazione originaria. In assenza di recidiva e per casi di lieve entità il provvedimento può essere limitato all’ammonimento. Salvo ricorsi, l’Ordinanza entrerà in vigore in novembre.