Ecco i candidati per le Elezioni comunali

Il PLR di Bioggio ha consegnato in Cancelleria comunale lunedì 27 gennaio 2020 le candidature per le prossime Elezioni comunali del 5 aprile 2020. I nominativi dei candidati sono i seguenti:

Candidati per il Municipio:

Daniele Bianchi, Francesco Gandolla, Naïma Halloul-Poretti, Sandro Kilchmann, Pietro Laurenti, Lorenzo Perucconi e Nicola Zappa.

Candidati per il Consiglio comunale:

Daniele Bianchi, Dellamora Luca, Francesco Galli, Carlotta Franchini, Matteo Franchini, Francesco Gandolla, Naïma Halloul-Poretti, Beat Kilcher, Sandro Kilchmann, Pietro Laurenti, Paolo Leonardi, Maddalena Mazzoleni-Corno, Lorenzo Perucconi, Marisa Schenini e Nicola Zappa.

Segnaliamo inoltre che Mercoledi 11 marzo 2020 al CD3 di Bioggio (dalle ore 19) si terrà l‘Evento elettorale della sezione con la presentazione del sondaggio e del programma di legislatura 2020-2024. Sarà l’occasione anche per conoscere i candidati e poter gustare un buon risotto in compagnia. Sono invitati cordialmente tutti i simpatizzanti e tutti i cittadini che hanno partecipato al recente sondaggio, che ringraziamo per le preziose informazioni che ci hanno fornito.

Trovate altre informazioni e interessanti contributi riguardanti la sezione su facebook

Grazie per il vostro sostegno!

Candidati CC Scale

Ringraziamo tutti coloro che hanno sostenuto e votato i nostri candidati per il Municipio e il Consiglio comunale. Consapevoli che le cariche ricevute ci danno importanti responsabilità nei confronti dei nostri elettori, ci batteremo per concretizzare il nostro Programma di legislatura 2016-2020.

I candidati eletti in Municipio sono: Daniele Bianchi e Nicola Zappa (entrambi confermati). In Consiglio comunale sono stati eletti: Roberto Bottani, Francesco Gandolla, Sandro Kilchmann, Beat Kilcher, Paolo Leonardi, Lorenzo Perucconi (tutti confermati), Francesco Galli e Pietro Laurenti (neo-eletti).

Il PLR ringrazia tutti i candidati che non sono stati confermati o eletti. A loro l’augurio di riuscirci nelle prossime elezioni del 2020.

C’è una ritrovata voglia di vincere

n_d6347ab1fea85ccec6bc7475055c7b09Comitato cantonale per festeggiare i candidati e analizzare il risultato delle elezioni
Doveva essere un Comitato cantonale per festeggiare gli eletti e i candidati quello andato in scena a Sant’Antonino, e così è stato. Ma ha rappresentato anche l’occasione per analizzare il risultato delle elezioni del 19 aprile: per i vertici del partito si è trattato sicuramente di un successo, «di una ritrovata voglia di vincere» come ha detto Rocco Cattaneo. Christian Vitta è infatti stato eletto in Governo ma «il risultato positivo è stato il frutto di un lavoro di squadra, con tutti i candidati che hanno fatto gruppo, hanno fatto un grosso lavoro e hanno speso energie in una campagna forse lunga ma che ha permesso di mobilitare la base del partito» ha aggiunto Morisoli. È poi toccato a Cattaneo gettare uno sguardo al futuro: «Dalla squadra in Gran Consiglio mi aspetto che sia una forza trainante, con un continuo fuoco d’artificio in Parlamento. Casa, formazione, lavoro, sicurezza, qualità di vita e benessere di valli e centri urbani saranno al centro del nostro interesse». E già si affacciano le Federali di ottobre e le Comunali 2016: «Il lavoro è già cominciato» ha concluso Cattaneo.

È indispensabile parlare di scuola

Lo scorso 15.2.2014 si è svolta a Rivera una mattinata che ha coinvolto un centinaio di delegati e simpatizzanti. Un’occasione di incontro di dibattito e confronto sul tema scuola., con uno sguardo rivolto in particolare alla scuola media. L’evento organizzato dal gruppo di lavoro attivo da un anno, coordinato da Omar Gianora e Marco Martucci si è focalizzato in particolare su quattro temi principali: “Scuole comunali e rapporti con il cantone”, “Scuola media: come valorizzare le specificità di ogni allievo”, “Dopo la scuola media: quali alternative oltre al liceo” e “Formazione e valorizzazione di docenti e dirigenti scolastici”. Per il PLR la licenza di scuola media deve essere rivalorizzata ed è necessario garantire una maggiore collaborazione tra il mondo della scuola e quello delle imprese. Inoltre dal workshop è emersa la necessità di migliorare l’immagine del docente e il rispetto di questa figura nella società.